Acetosa

Rumex acetosa

Rumex acetosa

Rumex acetosa

Rumex acetosa


E’ una delle più famose ‘insalate selvatiche’, gradita da masticare per il succo acidulo e dissetante che contiene. E’ ricca di vitamina C, ma contiene anche ossalati e questo ne rende il consumo eccessivo dannoso allo stomaco. Si distingue dagli altri romici (rumex spp, 14 giugno 2009 ) per le foglie sagittiformi che abbracciano lo stelo con le loro orecchiette. I fiori sono pennacchi rossi, formati da piccoli fiorellini che presto si mutano in semi a forma di medaglietta. Con questa pianta si può preparare una salsa, con sale e pepe nero, adatta per accompagnare pesce o carne. Oppure, combinata con altre piante come la bardana (arctium lappa , 26 luglio 2009), si può utilizzare per un decotto efficace contro l’acne cutanea. O ancora, un infuso caldo funziona egregiamente per rimuovere le macchie di ruggine (grazie alle proprietà dell’ossalato).

La famiglia è quella della polygonaceae, caratterizzata da foglie provviste di una guaina caratteristica, chiamata ocrea, che circonda lo stelo alla base delle foglie. E’ pianta davvero comune, diffusa in tutt’Europa; l’esemplare a sinistra viene dallo stesso prato di giugno della filipendula di ieri, e la pianta a destra viene da un prato di luglio in un giardino della Pomerania.

2 comments to Acetosa

Leave a Reply