Gli ultimi frutti: melograno

punica granatum
Semi rossi fanno capolino sotto la scorza spaccata dall’inverno, sul piccolo albero di melograno che ci ha regalato una profusione di frutti. Inverno questo assai mite, con un alito dolce.
Oggi è l’ultimo giorno dell’anno e con il rosso caldo di questi dolci semi oggi il blog Fiori e foglie si prende un po’ di vacanza, verso altre forme e altri progetti. Non ho esaurito le piante, nè la mia profonda passione per il loro mondo, ma non amo i modelli statici e ripetitivi e sento sempre l’esigenza di rinnovare. Nell’anno nuovo c’è probabilmente un nuovo blog, forse un e-libro fotografico a calendario, forse ancora qualche cos’altro che solo il 2012 mi svelerà.
Se qualcuno mi ha seguito, mi segue e mi seguirà ancora, grazie infinite e molti auguri per l’anno nuovo.

1 comment to Gli ultimi frutti: melograno

  • […] Non li mangerà nessuno. Non so come questo modesto e dignitoso alberello di melograno sia arrivato in questo posto bizzarro, il terrapieno erboso fra la strada e l’arido edificio di uno shaooping center di periferia. Qualcuno ce l’ha messo? e perchè? Forse per le lucide foglie verdi e i fiori che, comne è poeticamente noto, sono vermigli? Stupendi i fiori del melograno, magici i suoi frutti. Ho già detto di questo nel vecchio blog (23 giugno 2009) e in un post più recente (31 dicembre 2011). […]

Leave a Reply