I fiori della miseria

Tradescantia virginiana

Tradescantia virginiana


Molte piante della famiglia delle Commelinaceae, tutte originarie delle Americhe, vanno da noi sotto il nome di ‘erba miseria’. Forse si siano guadagnate il soprannome per il fatto di essere piante facili, che crescono semplicemente sistemando in terra un piccolo germoglio, e si allungano e prosperano senza chiedere nulla di più di luce ed acqua.  Alcune piante del genere Tradescantia sono nota negli Stati Uniti d’America con il soprannome di ‘wandering jew’, che significa ebreo errante, appellativo forse non proprio ‘politically correct’, ma che rende l’idea della perseveranza e velocità con cui questa pianta si propaga. Come la miseria, appunto.

Diverse Commelinaceae si sono ormai spontaneizzate in Italia, anche se soltanto l’erba miseria blu, Commelina communis si è effettivamente naturalizzata in gran parte del nostro paese. Del genere Tradescantia, nome attribuito alla pianta da Linneo in onore dei Tradescant padre e figlio, giardinieri olandesi alla corte di Sua Maestà Britannica, ho parlato in passato a proposito di T. fluminensis variegata (17 febbraio 2010) e di T. sillamontana.

Dopo il magico incontro nei giardini della reggia di Venaria con Tradescantia virginiana, eccola di nuovo oggi, oltre il recinto di una piccola casa di Genova Prato, con i grandi fiori blu spalancati al sole. E’ la più appariscente e decorativa del genere, e l’unica a cui talvolta viene risparmiato l’epiteto di miseria e chiamata semplicemente tradescanzia.  Sembra che si sia spontaneizzata in alcune regioni italiane, fra cui Lombardia e Toscana, ma non in Liguria, ed è sempre un’ottima scelta per arricchire di colore un giardino, grande o piccolo che sia.

Miseria erba vaiola

Tradescantia cerinthoides

Tradescanzia erba vaiola è invece il nome comune di un’altra specie, che cresce anche in uno dei vasi del mio giardino ed è irrimediabilmente fiorita, con la grazie che la contraddistingue. Il nome specifico, T. cerinthoides, lo ha preso in prestito dal Cerinthe major, detta erba vajola maggiore (vedi 8 aprile 2010), fiore particolarmente visitato dalle api avente la forma di piccolo cero. Difficile cogliere una specifica somiglianza, ma la capacità di osservazione dei botanici antichi è per noi a volte inspiegabile.

Miseria rossa

Tradescantia pallida

Anche Tradescantia pallida, in precedenza chiamata Setcreasea purpurea, erba miseria rossa, cresce senza risparmiarsi e si ricopre di fiorellini rosa, come nell’incontro ravvicinato qui a sinistra.

Leave a Reply