Falsa mirra

Falsa mirra Tetradenia riparia

 

Della cosidetta pianta dell’incenso ho già scritto in passato, e in particolare il 30 agosto 2008 avevo spiegato come il Plectranthus, anche detto edera svedese, con l’incenso non ha niente a che fare, perchè le resine che sprigionano quel magico e sacro profumo sono derivate da piante del […]

Salvia minore

Salvia minore o verbenaca Forte dei Ratti (Genova)

La Salvia verbenaca viene chiamata salvia minore perchè è una specie di sorella minore delle grandi salvie, la Salvia officinalis prima di tutto, ma anche le comuni Salvia pratensis e Salvia sclarea. In Italia sono presenti più o meno 25 specie diverse di salvie, delle […]

Rosmarino

Scrivevo il 21 dicembre 2008: Dove banchettano le api d’inverno? Certo sui fiori del rosmarino. Si può raccogliere anche il miele d’inverno, miele di rosmarino. Benché siamo ancora a dicembre, e secondo la manualistica la stagione della fioritura vada da gennaio a giugno, una delle piante di rosmarino del mio giardino sta aprendo i suoi […]

Basilico greco

Ocimum basilicum varietà Minimum

Piccole foglie e aspetto di minuscolo cespuglio, il profumo è quello inconfondibile del basilico. Si può usare come il basilico comune, ma la mia è una pianta così piccina che strapparle anche una sola foglia mi parrebbe un peccato. Raccoglierò i semi, e sono curiosa di vedere come crescerà. […]

Salvia sclarea

Salvia sclarea

E’ una delle salvie più imponenti e decorative ed è cresciuta velocissima da una piccola piantina acquistata alla fiera ‘Erba persa’ di Santa Margherita Ligure il giorno di Pasqua (8 aprile). I fiori sono grandi bocche azzurro lilla, disposti in lunghe infiorescenze, le foglie vaste, ruvide e vellutate. Anche detta salvia […]

Camedrio scorodonia

Teucrium scorodonia

Ecco un’altra lamiacea che mi ha fatto notevolmente pensare, da molti anni poi. Però come dicevo qualche giorno fa le lamiacee non sono di difficile identificazione. La foto della pianta intera risale a due anni fa ed è stata scattata a Pratorondanino, nelle vicinanze del giardino botanico in luglio. I fiori […]

Canapetta campestre

Canapetta – Galeopsis segetum

Come lascia intendere il nome, la canapetta è una pianticella molto modesta. Tanto che non trova spazio in proprio nessun libro di etnobotanica, come quasi non esistesse. So che non le rendo giustizia, se non la trovo nei miei libri, che sono veramente insufficienti a documentare la sterminata varietà […]

Clinopodio dei boschi

Le piante della famiglia delle lamiaceae si assomigliano un po’ tutte, ma per gli esperti è abbastanza facile distinguerle. Per i dilettanti come me, invece, la confusione regna sovrana. A cominciare dal fatto che questa pianta ha almeno tre diversi nomi scientifici, apparentemente tutti altrettanto legittimi, cioè oltre a clinopodium vulgare si chiama anche […]

Stregona dei boschi

Un’altra stachys, erba stregona, che non ha le meravigliose virtù officinali della betonica (4 agosto 2008), nè l’aura di mistero e magia della stregona bianca. Anche questa stregona contiene olii essenziali e qualche virtù officinale e perchè no anche magica, un poco del potere di guarire dai mali e anche dalla paura, ce l’ha […]

Stregona

Erba stregona, stregona gialla, si chiama anche erba della paura. Non perchè faccia paura, anzi. In Toscana, da dove le viene il nome, si dice veniva masticata per far passare lo spavento. Quindi dovrebbe essere detta piuttosto ‘erba del coraggio’. Serve anche per guarire dai postumi della tremarella. Nell’alta Val di Vara (siamo al confine […]